AZIENDE E PRODOTTI

Caricare e scaricare le lastre di vetro a ciclo continuo con la tecnologia Schiatti

Sempre più automatiche, sempre più semplici da usare e performanti: le macchine per la lavorazione del vetro Schiatti sono costruite con la massima attenzione alle specifiche esigenze di produzione dei clienti e prevedono una serie di comode implementazioni, applicabili anche ad alcune macchine “classiche”, destinate alla loro ottimizzazione.

Il caricatore per vetro a base rotante di Schiatti alza ancora di più il livello di automazione della molatrice bilaterale, garantendo precisione di movimento e flusso continuo di lavoro.
Grazie ai sensori e al motovariatore posto sulla rulliera, il movimento delle lastre è continuo e sicuro, permettendo all’operatore di gestire le altre parti del processo.

Il caricatore Schiatti per vetro con base rotante

Viaggia a gran velocità verso l’Industria 4.0 il nuovo caricatore automatico per lastre di vetro.
Progettato e prodotto da Schiatti, la sua base rotante permette di caricare le lastre di vetro a ciclo continuo controllandone anche posizione e velocità grazie ai sensori e al motovariatore applicato alla rulliera.
Il tavolo girevole può essere abbinato a caricatori/scaricatori già esistenti.
L’intero equipaggiamento è composto da un carrello porta-vetri, un basamento munito di traversa orizzontale e braccio mobile ed una rulliera.

Da Schiatti prodotti smart per aziende smart

Dato l’incremento, negli ultimi anni, di richieste di prodotti con un alto grado di automazione, Schiatti ha mosso la sua ricerca in questa direzione, mettendo a disposizione delle aziende, in modo particolare dei grossi gruppi, soluzioni “smart” in grado di connettersi a una rete per elaborare dati e scambiare informazioni con altri impianti di produzione per la gestione del loro ciclo di vita.

Più la tecnologia è complessa, più è facile da usare con Schiatti

L’avanzamento della tecnologia ed il crescere della sua complessità si associa, a torto, ad una maggiore difficoltà di utilizzo. Al contrario, più la tecnologia progredisce, più deve diventare intuitivo il suo utilizzo da parte dell’operatore.
L’operatore non ha più la necessità di regolare manualmente l’asportazione desiderata sul vetro ma imposta e controlla l’operazione tramite il pannello touch screen: qui una intuitiva schermata visualizza tutti i mandrini di ogni ponte della prima e seconda macchina.
L’operatore è così in grado di gestire singolarmente fino a 20 mandrini diamantati e di decidere per ognuno di loro l’asportazione sul vetro.

Precisione e autonomia con i mandrini automatici

La nuova bilaterale monta dei mandrini completamente automatici, con movimento orizzontale della mola motorizzato da un motore brushless.
I mandrini automatici, molto compatti, garantiscono una precisione centesimale negli spostamenti.

Vantaggio primario dei sistemi di automazione: interventi da remoto

La tecnologia deve essere accompagnata da facilità di utilizzo e autonomia per la gestione dei fermi macchina. Il “must have” è l’assistenza da remoto, che permette all’operatore di intervenire anche da postazioni differenti, ma anche al tecnico di effettuare manutenzione predittiva evitando fermi macchina.

Made in Italy e affidabilità firmata Schiatti

Se il viaggio verso l’Industria 4.0 è implica una continua trasformazione, quello che non cambierà mai è sempre la qualità delle nostre macchine per la lavorazione del vetro così come il nostro approccio customer-centric che mira a fornire sempre non un prodotto da catalogo ma uno strumento perfetto per il business di ogni cliente.

production mode