EDILIZIA E DESIGN

Edgetech Super Spacer nell’HoHo Wien

L’HoHo Wien, situato nel 22esimo distretto di Vienna, non è solo uno degli edifici in legno più alti al mondo in procinto di essere definitivamente completato. Si tratta soprattutto di un progetto faro per le costruzioni in legno sostenibili.

Con le sue straordinarie prestazioni in termini di isolamento termico, tutela delle risorse, efficienza energetica e isolamento acustico, ha ricevuto le certificazioni LEED Gold e ÖGNB Gold (Consiglio austriaco per l’edilizia sostenibile). Questo grazie anche al contributo di 6.000 m2 di vetro isolante realizzato con il sistema di distanziatori a bordo caldo Super Spacer di Edgetech. La vetratura a 3 strati di Petschenig glastec GmbH raggiunge un valore Ug eccezionale pari a 0,5 W/(m²K).
Il complesso principale suddiviso in tre parti comprende una torre di 84 metri da 24 piani. Le altre due torri, rispettivamente da 15 e 9 piani, sono agganciate, in modo che gli edifici si sostengano a vicenda. A ciò si aggiunge un edificio secondario da 6 piani, l’HoHo Next. L’area dell’HoHo Wien, con una superficie locabile di 19.500 m², ospita ristoranti, uffici, appartamenti serviti e zona fitness.

Gli elementi delle pareti richiedono un impressionante lavoro di squadra

Il progetto originario prevedeva finestre a due ante a tutta altezza. I requisiti statici di impermeabilità alla pioggia battente e di resistenza al vento, tuttavia, hanno reso necessario una modifica, pertanto il costruttore di finestre Katzbeck, in collaborazione con Holzforschung Austria, ha sviluppato una soluzione rappresentata da finestre in legno di abete rosso e alluminio con montanti, sistema di sicurezza anticaduta e luci inferiori separate. Per le facciate Petschenig glastec GmbH di Vienna ha fornito circa 1.100 unità di vetro termoisolante a 3 strati con UNIGLAS Top pure FLS. Per motivi di isolamento acustico la lastra esterna è di vetro stratificato di sicurezza, quella interna è di vetro di sicurezza monostrato. Come bordi caldi Hanspeter Petschenig ha scelto i Super Spacer® T-Spacer™ Premium Plus di Edgetech. In termini di energia termica, la vetratura isolante raggiunge, quindi, l’eccezionale valore Ug pari a 0,5 W/m²K e la sigillatura del vetro si distingue con un valore psi di 0,033 W/mK. Il valore Uw dell’intera finestra è di 0,78 W/m2K, con un grado di trasmittanza energetica totale del 49 %.
Il passaggio di prefabbricazione successivo ha avuto luogo presso Hasslacher Norica Timber, dove le finestre sono state integrate negli elementi delle pareti, prima che il subappaltante Handler si occupasse del montaggio finale dell’intera struttura della facciata. Gli elementi delle pareti sono stati forniti appena in tempo, sollevati con una gru e montati. Il valore U 0,182 W/m2 K degli elementi delle pareti opachi e rivestiti di eternit rispecchia le buone proprietà termoisolanti dell’edificio.
“Nel caso di un progetto sostenibile come l’Hoho Wien ovviamente non c’è stato bisogno di discutere se installare o meno un composto perimetrale termicamente separato, ossia un bordo caldo, per le finestre”, spiega Hanspeter Petschenig, CEO di Petschenig glastec GmbH, “valori di dispersione termica così ridotti come quelli dell’Hoho Wien non possono essere raggiunti altrimenti.” Il composto perimetrale pulito e impermeabile unitamente al materiale flessibile a base di schiuma di silicone riduce, inoltre, la sollecitazione dovuta agli effetti di pompaggio e gli elevati carichi di vento a 84 metri d’altezza. Le fessure da tensione della guarnizione sono praticamente escluse.

“L’HoHo Wien è esemplare in termini di efficienza energetica e ottimizzazione delle risorse. Siamo orgogliosi di poter fornire un contributo con i nostri Edgetech Super Spacer”, afferma Joachim Stoss, CEO di Edgetech Europe GmbH e Vice President International Sales presso Quanex.
Per la produzione del vetro isolante i distanziali flessibili offrono enormi vantaggi anche dal punto di vista economico. Presso Petschenig glastec GmbH a Leopoldsdorf i distanziatori Super Spacer® vengono applicati direttamente dalla bobina mediante robot con una precisione al millimetro. “La nostra linea di vetrocamera automatizzata ci consente di produrre economicamente nel rispetto delle scadenze”, garantisce Hanspeter Petschenig.

production mode